Mappa del sito | Login |

Escavatore con benna

Descrizione:

Macchina semovente a ruote gommate o a cingoli, provvista di una struttura superiore (torretta) normalmente in grado di ruotare di 360°, che supporta un braccio escavatore e progettata per scavare con un accessorio denominato benna. La potenza della macchina è generata da un motore endotermico diesel che trasmette energia al sistema idraulico. Per comprendere bene come è realizzato un escavatore idraulico si procederà a scomporlo in tre parti principali: il carro, la torretta e l’attrezzatura di scavo. Il carro è costituito da un telaio che ha la funzione di sopportare il peso della struttura sovrastante e le sollecitazioni provenienti dall’attrezzatura di scavo. Altra funzione del carro è quella di permettere alla macchina di spostarsi sul terreno e di
ruotare, normalmente di 360°, intorno ad un asse verticale tramite un cuscinetto denominato ralla.
La torretta è normalmente costituita da un telaio la cui funzione è quella di alloggiare i vari componenti quali motori, serbatoi, pompe e distributori idraulici, cabina ed attrezzatura di scavo. L’attrezzatura di scavo è costituita da un primo braccio (braccio base) incernierato sulla torretta, un secondo braccio (braccio di scavo) incernierato al primo ed un accessorio finale costituito da una benna incernierata al braccio di scavo. In alcuni casi le benne montate sugli escavatori possono essere dotate di idoneo alloggiamento per gancio di sollevamento; in questo caso l’escavatore assume le funzioni di apparecchio di sollevamento, se espressamente previsto dal costruttore. Gli escavatori devono essere progettati in modo tale da accogliere una struttura di protezione dell'operatore. Tale struttura deve essere proposta dal costruttore e scelta dall'utilizzatore in funzione dei rischi connessi alle condizioni di utilizzazione. Tra le protezioni previste vi sono: una struttura di protezione contro la caduta di oggetti (FOPS), una struttura di protezione in caso di rovesciamento laterale (TOPS) e una protezione
frontale. Gli escavatori destinati ad essere utilizzati nelle operazioni di movimentazione di carichi devono essere provvisti di:
- un dispositivo di avvertimento acustico o visivo che segnali all'operatore che sono stati raggiunti la capacità limite di movimentazione di carichi o il momento limite corrispondente.
- un dispositivo di controllo dell'abbassamento del braccio di sollevamento, montato sul cilindro dello stesso

Scarica l'intero documento